0577 569029 Per urgenze (festivi): 366 3750205

10 REGOLE PER SCEGLIERE IL DENTISTA

Il camice non basta a fare un buon dentista. A volte le promesse di trattamenti rapidi e di soluzioni immediate nascondono dei pericoli o semplicemente delle trappole. Occorre ricordare che la natura ha i propri ritmi: c'è un tempo per seminare e uno per raccogliere, un tempo per potare e uno per concimare. Anche il corpo umano ha i propri tempi, per la salute, per la malattia e per la guarigione. Un buon professionista conosce e rispetta questi tempi.
E con qualche consiglio anche tu puoi riconoscere un buon professionista.

1. Rivolgiti a un dentista che abbia il titolo e la formazione adeguata.
E' facile verificare se il tuo dentista è iscritto all'ordine dei medici e degli odontoiatri.
Su www.fnomceo.it puoi fare una ricerca anagrafica.
Così non rischi di avere a che fare con un dentista "abusivo".

2. Fai attenzione al livello di igiene generale.
Oltre alla pulizia dello studio e della poltrona su cui siede il paziente il dentista deve sempre indossare guanti e mascherina e utilizzare un kit per la visita personalizzato, sterilizzato e imbustato, che viene aperto davanti al paziente.

3. Valuta l'importanza che il dentista dà all'igiene orale.
Il dentista si informa sulle tua abitudini nell'igiene orale quotidiana e insiste con consigli su come mantenere una bocca pulita e sana?
Questo è l'atteggiamento corretto di un professionista serio che dà la giusta importanza alla prevenzione.

4. Controlla che il dentista usi le giuste attrezzature.
Il dentista deve effettuare le prestazioni di tipo restaurativo, come le otturazioni, le devitalizzazioni e la cementazione delle protesi adesive, utilizzando la diga in gomma.
Anche se un po' scomoda per il paziente, garantisce migliori risultati, più duraturi nel tempo.

5. Non credere ai miracoli.
Il dentista che promette una bocca perfetta con denti smaglianti deve destare sospetto, soprattutto se propone una soluzione del tutto indolore in tempi rapidissimi.
Ci sono protocolli precisi che indicano la durata minima dei trattamenti, in funzione di problematiche legate alle tecnologie adottate e ai tempi biologici di risposta.

6. Chiedi sempre un preventivo chiaro e dettagliato.
Non accettare spiegazioni di massima e imprecise.
La spiegazione deve essere sempre chiara ed esaustiva con risposte a tutti i tuoi dubbi.

7. Attenzione ai prezzi troppo bassi.
Se i prezzi proposti sono fuori mercato nascondono probabilmente qualche trappola: materiali usati scadenti, con annessi rischi per la salute e breve durata nel tempo delle terapie.
A conti fatti, spenderai di più.
Un buon professionista ti offrirà invece soluzioni personalizzate, anche nei costi, ma effettuate con serietà e professionalità.
Si può, per esempio, rinunciare ad un impianto, se ritenuto eccessivamente costoso, e optare per una soluzione temporanea come lo scheletrato, e cioè una protesi mobile.

8. Cerca trasparenza e informazione
Un sito web con tutte le informazioni sulle prestazioni e le tariffe è un buon segnale di chiarezza e apertura. Ma il rapporto diretto e la disponibilità del dentista, insieme alla sua capacità di spiegare in modo semplice e comprensibile, è il valore aggiunto che permette di rispondere alle tue esigenze in modo personalizzato.

9. Formazione continua. Di imparare non si finisce mai
Un bravo dentista studia e si aggiorna, la formazione serve a lavorare meglio, lavorare meglio significa fare meglio cose che durano di più e servono di più al paziente, nell'ottica del paziente.

10. Sponsor? No, Grazie!
Il bravo dentista non è sponsorizzato da nessuno, parla a nome della comunità scientifica di cui è parte e dice cose di cui è convinto sulla base di conoscenze professionali maturate negli anni.

Richiedi Informazioni



CAPTCHA Image


[ Rigenera immagine ]

Inviando il modulo si acconsente al trattamento dei dati personali nel rispetto del Dlgs n. 196/2003 in materia di tutela della privacy.